Valle della Luna un vino che sa di Sicilia

La Valle della Luna è un’azienda vitivinicola giovane che porta avanti un progetto di sostegno per l’economia locale e si è impegnata dal 2013 nella coltivazione di trenta ettari poi diventati sessanta.

L’azienda coltiva pregiati vitigni autoctoni siciliani e vanta prodotti a bacca bianca come Grillo, Catarratto, Grecanico e a bacca rossa come il Nero d’Avola, senza escludere la produzione internazionale con il Syrah.

Produzione e territorio: il cuore della Sicilia in bottiglia

Le aree di produzione si trovano tra Zangara e Seggio Marzuchi. La Tenuta Zangara si trova nei pressi di una riserva, il terreno è ricco, rosso e vanta numerose specie della macchia mediterranea, consentendo la coltivazione di uve a spalliera con potatura a guyot e terreni argillosi che permettono di ottenere vini complessi, potenti, longevi dalle grandi qualità. La Tenuta Seggio Marzuchi sorge in una zona dove il clima permette un ottimo livello di maturazione delle uve, l’azienda esegue la vendemmi a mano. La vite di questa area è fresca e fragrante, con ottima acidità fissa.

Vitigni a bacca rossa e abbinamenti a tavola


NERO D’AVOLA DOC SICILIA 2016– Questo vino è il principe della Sicilia, apprezzato sin dal 1800. Questi vitigni permettono di ottenere un vino corposo, aromatico, con un gusto di ciliegia, cioccolato e tabacco che conferisce estrema potenza al palato.

Per abbinare il nero d’avola a tavola ci sono alcune ricette siciliane che cadono alla perfezione. Questo vino corposo riesce in modo sublime ad esaltare i piatti ricchi della tradizione. Una delle idee perfette è la pasta ‘ncasciata ovvero ‘incasinata’. Il piatto siciliano è famoso per il suo gusto ricco, si tratta di una pasta al forno con melanzane, famosissima per essere il piatto preferito del commissario Montalbano. Si mischiano pasta, piselli, melanzane, carne tritata, pomodoro, mortadella, uova sode, mozzarella, parmigiano. È un tripudio di gusto che richiede effettivamente la corposità di un vino che riesce a tenere testa.

La pasta preferita anche dal commissario Montalbano

SYRAH DOC SICILIA 2016 – Un vitigno che ricorda i profumi d’oriente, una commistione perfetta di terre che dona al vino un colore rosso rubino, con sentori profumati e fruttati, un retrogusto di spezie con particolare evidenza di note di pepe nero.

Questo vino è perfetto con un classico della cucina siciliana, la pasta con le sarde. Bucatini, finocchietti, sarde, filetti di acciuga, uva passa, pinoli, pomodoro, zafferano. Una ricetta che ha un gusto particolare, lontano da quello strettamente italiano e che richiama quindi le terre straniere. Il suo abbinamento con il syrah è perfetto. Il vino riesce a stemperare il suo sapore complesso, permettendo al gusto di avvolgere in modo sobrio il palato.

Italian pasta with sardienes, close up view
La pasta con le sarde, un piatto top della cucina siciliana

Vitigni a bacca bianca e abbinamenti a tavola

GRILLO DOC SICILIA 2018 – Un vino tra i più giovani coltivati in Sicilia, il vitigno deriva dall’incrocio del Catarratto bianco e Zibibbo. Si tratta di un uvaggio Doc della Sicilia che dona grandi proprietà organolettiche al prodotto finale. Sentori di melone, agrumi e un pizzico di pepe verde. Ottimo da gustare giovane ma anche invecchiato.

Il nerello si sposa perfettamente con la famosa ricetta agghiata trapanisa, una rivisitazione del classico pesto fatto con prodotti tipici del territorio ovvero pomodori, mandorle e ricotta salata. Un piatto corpulento, gustoso ma anche fresco. Il grillo conferisce quella giusta esaltazione del gusto che richiede un piatto del genere, certo non leggero ma gradito da tutti per il suo sapore indimenticabile.

A close-up of linguine with pesto alla trapanese
L’agghiata trapanisa: un piatto imperdibile

CATARRATTO DOC SICILIA 2017 – Un vitigno storico caratteristico della Sicilia. Parla di terra e di tradizioni, utilizzato anche per dare vita al famoso Marsala. Negli ultimi anni è stato valorizzato come prodotto di punta, eccellenza italiana. È vigoroso, interessante, contenuto dal punto di vista alcolico. Ha un colore paglierino e profumi di fiori.

Il Catarratto è un vino che si sposa alla perfezione con primi e secondi piatti a base di pesce. Una variante interessante da provare è il pesce spada alla palermitana ovvero una preparazione facile e saporita che prevede l’arrostitura del pesce con una ricca panatura. Questa mollica viene chiama a muddica ed è ampiamente utilizzata nella cucina siciliana.

Si tratta infatti di una metodica di preparazione che un tempo prevedeva l’utilizzo della mollica di pane e che oggi viene invece creata con il pangrattato.

swordfish-breaded-with-potatoes-and-green-sauce-picture-id496632820

Ecco il link per acquistarli su Wineowine!

Condividi le nostre storie

Assistenza

06 622 880 07

Dal Lunedì al Venerdì
9:30-13:30/14:00-18:00
assistenza@wineowine.com

Seguici

Parlano di noi